Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTube Youtube_icon_logo

CCCCCCCC

<br>
zd PALIO CASTEL DEL PIANO 2019

PALIO DI CASTELDEL PIANO 2019 RIAVVOLGIAMO IL NASTRO TRIONFA BORGO CON CARLO SANNA SU TOUT BEAU, FILMATO E FOTO

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

09 settembre 2019

Niente sbandierata nella Piazza di fronte alla Chiesa ieri, il vento avrebbe compromesso il buon risultato della stessa. Il corteo della rievocazione storica con in testa la Balzana di Siena ed il Drappellone hanno fatto il giro della pista con dietro le comparse delle quattro contrade che hanno fatto una breve sbandierata davanti il palco dei capitani. Poi, una volta finito il giro è stato riportato in pista il Drappellone che è stato posizionato nel palco dei capitani. Molta gente nella piazza e fuori, la buona giornata, anche se ogni tanto apparivano dalle nuvole, e il giorno di festa hanno fato si di vedere davvero un grande pubblico che non è stato deluso, è stato un bel Palio. La pista mi è sembrata ottima, una leggera bagnata prima che entrassero i cavalli ha fatto si che non ci fosse neanche durante la corsa la fastidiosa polvere. Quello che non è invece mancato è la pazienza di che stava vedendo il palio e di chi come me lo stava riprendendo. Già, grazie di seguire così Brontolo perché tra Facebook che lo stesso filmato ho condiviso nel Sito di Brontolodicelasua.it per farlo vedere anche chi non ha facebook, che però non faceva segnare allo stesso Facebook le presenze, che sono state più di settemila e500 a vedere il Palio di Castel del Piano, grazie. Un ora e trentotto minuti è durato il palio ieri con dieci partenze false e con Gennaro Milone, il mossiere, che si sgolava dando anche dei richiami a Storte, Monumento e Poggio, naturalmente ai fantini di queste. Lunga è stata con Monumento, Bastiano Sini su Ungaros che ha cercato in tutti i modi di non far andar via il rivale Borgo con Carlo Sanna su Tout Beau. Lunga…., con Poggio Giuseppe Zedde su Quantovali che lavorava da dietro la partenza e Storte, Antonio Siri su Solero che faceva qui e la al canape. Durante la partenza hanno cambiato anche strategie per arrivarne a capo della partenza con Poggio e Monumento che se la intendevano così come Borgo e Storte. Al via prendeva fin da subito la testa Borgo e Tout Beau si è rilevato cavallo ottimo al canape. Durante le due prove Sanna a tirato a sveltire il cavallo ed il risultato per il palio si è visto. Questo Tout Beau durante la corsa poi si è rivelato una biciclettina a conferma della buona impressione che mi aveva fatto nelle corse che ha disputato ed anche in Piazza dove potrebbe avere un futuro, vedremo. Bravo Brigante a controllare il rivale Monumento che lo attacca subito di dentro, poi prende piano, piano, il passo e controlla, anche Storte una volta che Siri con Solero ha superato Monumento, Sini su Ugar che poi calano vistosamente. Nell’andar dei giri si presenta anche Poggio con Quantovali con un determinato Gingillo che prova fino in fondo a superare Sanna con il giubbetto del Borgo ma non ce nulla da fare.

ottava
Brignte non sbaglia nulla, si difende bene e vince un gran bel palio. Anche a Zedde ed un’ottimo Quantovali c’è da dire poco se non di aver fatto un buon palio. L’errore che forse ha fatto Gingillo è quello di non calcolare che ormai era l’ora di partire e stare dietro come ha fatto per tutta la durata della partenza non era più il caso e che Milone in un modo o in un altro li avrebbe fatti andar via; cosa che ha fatto, quando li ha visti più o meno tutti dritti li ha fatti partire lui con il suo ormai inconfondibile urlo:  VIAAA…. abbassando il canape. Anche Siri con un tranquillo Solero il suo lo ha fatto sino a quando gli ha retto il cavallo. Sini ha forse “subito” la maggior esperienza di Sanna anche se poi ha provato a prenderlo ma ormai, una volta partiti era tardi.
Vi ricordo che per regolamento dopo i 45 minuti di mossa il Mossiere ha la possibilità di dare la partenza in qualunque modo. Milone ha provato a fargli fare partenza fino a che ha potuto e quando ha visto che non c’era nulla da fare e l’oscurità s’avvicinava  ha fatto come vi ho scritto sopra; si può dire che si è guadagnato la “pagnotta” ! Bene anche lo sgancio a Cigno che in un’occasione in particolare ha avuto un buon risultato di sicurezza quando Storte, Siri, forza con decisione e da solo trascinando il canape per un paio di metri. Borgo e Sanna fanno quindi cappotto dopo la vittoria dell’anno scorso. Cavalli equilibrati in quest’occasione che ha fatto vedere un Palio combattuto. La capitana di Borgo la Dottoressa Sabrina Rosati e il suo gruppo Palio è felice della scelta fatta anno scorso di Carlo Sanna come fantino del Borgo che li ha ripagati in pieno. Commozione, felicità, in Chiesa per la preghiera di ringraziamento per questo Palio dedicato alla Madonna Santissima Delle Grazie.
Complimenti ai vincitori per la bella vittoria dallo Staff di Brontolo.

Alla prossima Brontolo

cjknknd

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

 


Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento