Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Warning: file_get_contents(https://www.googleapis.com/youtube/v3/search?part=id%2Csnippet&channelId=UC3NqnLDeAyNUEFoqQrfZMUQ&eventType=live&type=video&key=AIzaSyBoiWz6RTEWyFSdU7-m5-sjPRkde4-13aA): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.0 403 Forbidden in /web/htdocs/www.brontolodicelasua.it/home/wp-content/plugins/youtube-live-stream-auto-embed/includes/yt-live-player.php on line 41
<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTube Youtube_icon_logo

FFFF--FFFF

CCCCCCCC

  • Correranno di diritto il Palio del 2 luglio 2020: p.s. clicca sulla contrada x saperne di più
  • Correranno di diritto il Palio del 16 agosto 2019:
<br>
PALIO SIENA AGOSTO 2019

PALIO DI SIENA 16 AGOSTO 2019, BRONTOLO FA LE CONSIDERAZIONI SUI PARTECIPANTI.

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

20 AGOSTO 2019

Dopo che ormai tutti hanno scritto del palio appena passato facciamo le considerazioni sullo stesso e su i suoi partecipanti. Palio che ha fatto vedere in sostanza quello che già politicamente si sapeva ma veniva omesso o fatto passare per altro. IL Tittia ha fatto le sue strategie con le contrade di riferimento, e si è visto. La Torre ha confermato con la monta di Bartoletti che Luglio era una situazione a cui Scompiglio non si poteva sottrarre visto il lungo rapporto che aveva con la Chiocciola e  a cui era toccata una cavalla ritenuta da Palio e che lui aveva messo tra le monte favorite, a ragione a torto il resto poi lo ha fatto vedere. Mari è rimasto nella “sua” contrada sia a Luglio che ad Agosto, l’esser il fantino ufficiale del Bruco lo ha portato a questo; interessante sarà vedere se rimarrà fantino del Bruco anche in seguito o no, vedremo, comunque la scelta di capitan Manganelli su di lui è stata nonostante tutto ottima. Il resto sono andati più o meno come si pensava fatta eccezione, forse, per il debutto del bravo Piras nell’Aquila, a me non giunge nuova la sua bravura che tutti poi hanno visto e che dimostrava sin dall’anno scorso in provincia quand’era alla scuderia del Bruschelli. Carboni è mancato all’appello ma solo per circostanze di palio, non certo per demeriti come lo stesso Pusceddu. Dino Pes anche lui sembrava ci dovesse essere ed invece era in palco, Velluto sinceramente meriterebbe di più, ma il palio è così, a volte ingiusto, l’altro che ormai invece sembra accantonato è Ricceri anche se il Palio insegna mai dire mai.. . Cito loro ma ce ne sono pronti di ragazzi per fare il grande passo e piano, piano arriveranno per motivi logistici oltre che per capacità. Quante chiacchiere ho sentito che poi si son dovute rimangiare da una parte e dall’altra e se mi permettete la presunzione gira e rigira quello che scriveva Brontolo poi è tornato, basta leggere i ragionamenti dei miei scritti e vi ricordo che interpretare da fuori non è mai facile. Il Mossiere Ambrosione di critiche ne ha avute anche se era dura gestire quella situazione avendo solo la possibilità di richiamare e lo ha fatto tante di quelle volte, ma il peso di queste sono sempre a posteriori e li si fa orecchio da mercante per ovvi motivi. Io non so come giudicare sinceramente non è facile in quelle situazioni, per niente. Vedremo poi quello che avrà scritto e le conseguenze del suo scritto, mi s’à ai…. Ne avrà da lavorare questa volta l’Assessore addetto alla giustizia paliesca Tirelli.
Andiamo a vedere ora contrada per contrada come le ha viste Brontolo.

prima

1)SELVA: Giorgi capitano Giovanni Atzeni (Tittia) su Remorex. La politica e la costanza di Giorgi poi lo ha ripagato, all’occasione giusta ecco il Tittia in Valle Piatta. Di Remorex c’è poco da dire se non fenomenale, lui vuole vincere in un modo o in un altro, anche lui per Brontolo non è una sorpresa, è dal 2017 che scrivo in un certo modo di questo cavallo nato per la Piazza. Complimenti a Massimo Columbu che lo ha e lo allena!! Sull’Atzeni ne sento di bischerate, la verità è che bravo, e forse lui è più politico degli altri vista la scuola… Ha sbagliato ad entrare? Si è fidato troppo? Chi non risica non rosica, anche se è vero che Remorex dimostrava di andare veramente forte ma probabilmente ha pensato che passare uno come Mari facile non sarebbe stato, lo aveva già visto al colonnino del manganelli, ed è entrato vedendo il buco, altre volte gli è andata bene questa volta ha battuto con l’ultimo appoggio che ha fatto il cavallo, poi Remorex da solo conclude  l’opera. Bravo per tutto e come si è mosso politicamente, secondo me si merita comunque 9   nonostante la caduta.

2)BRUCO: Manganelli capitano. Andrea Mari (Brio) su Scietta. Manganelli è stato ripagato, se pur con l’amaro in bocca, dalla scelta di Brio fantino di contrada anche se non ci ha vinto il Palio. Una Schietta così probabilmente no se l’aspettava nessuno anche se lei ha tutte le caratteristiche per correre il Palio, ferma al canape, veloce e precisa e questa volta ha dimostrato anche di galoppare ok. Mari, un grande Mari possiamo aggiungere. Errori zero, palio stupendo dal principio alla fine con una lucidità non indifferente, bella quella nerbata al secondo San Martino per rallentare e mandare Remorex al di fuori. Il voto di solito lo do’ solo a chi vince ma questa volta a lui lo devo dare 10.

3)ONDA: Toscano capitano, Carlo Sanna (Brigante) su Porto Alabe. Si conferma il rapporto tra questa contrada e Sanna, capitan Toscano ricrea l’accoppiata vincente dell’agosto 2017. Porto Alabe è sempre il solito combattente ed è l’unico cavallo nell’era moderna ad aver corso così tanto di continuo e vincendo anche. Sanna prende una splendida partenza però poi fa delle traiettorie lasciando troppo spazio agli altri che gli entrano. Porto Alabe risponde sempre alle sue chiamate ed arriva li, c’è però da domandarsi se le traiettorie fossero state più basse dove sarebbe arrivato? Appena sufficiente per i numeri che invece ha Brigante.

4)AQUILA: Lorenzini capitano. Stefano Piras (Scamgeo) su Tottugoddu debuttante. Lorenzini trovatosi, a causa del cavallo debuttante senza il big e Coghe andato nell’Istrice “ripiega” sul debuttante Piras e fa bingo! A Tottugoddu si è aperta dopo questo Palio Piazza in modo definitivo facendo vedere di avere tutte le caratteristiche per essere nel futuro un cavallo interessante. Piras è due anni che fa vedere di essere un fantino vero e il sedici lo ha dimostrato, non è più un “ragazzotto” ed ha così un bagaglio d’esperienza e mestiere importante. Nel primo giro studia sembra non trovi subito un passaggio basso prima di San Martino, ma poi prende sempre il di dentro a tutti, oltre ad aver fatto un’ottima partenza pur con la rivale di rincorsa, poi capiremo perché, in quel caso è stato anche fortunato e conosce bene il Bruschelli. Buon Palio.

5)PANTERA: Frati capitano. Luigi Bruschelli (Trecciolino) su Tabacco. Capitan Frati rimette a cavallo anche d’Agosto l’esperto Bruschelli tra l’altro su un cavallo che già conosce, meglio non rischiare. Tabacco è il solito cavallino affidabile. Bruschelli, a parte il lavoro per le prove di mettere Tabacco a suo piacimento e ci riesce. Si trova di rincorsa con una confusione importante tra i canapi e l’avversaria  ferma e tranquilla al canape e gli mette probabilmente qualche pensiero.  Giustamente cerca di non lasciar li contrade che possono battere la rivale. Quello che fa e che non tutti hanno visto è che al momento che parte cerca di prendere  l’Aquila in controtempo ma il cavallo gli fa un mezzo passo falso prima di partire e gli impedisce di fare quindi quello che probabilmente voleva. Ricordate Fucecchio 2018? Poi insegue per tre giri. Palio senza infamia e senza lode.

SECONDA

 

6)CHIOCCIOLA: Maggi capitano. Francesco Caria (Tremendo) su Una Per Tutti. Maggi con una cavalla al secondo palio e la volta prima era andata a dritto, monta un fantino nella sua orbita ed ormai anche esperto. Una Per Tutti questa volta si comporta bene e non perde ne guadagna nulla. Caria si difende bene al canape e parte discretamente, poi ha la Torre sotto e dopo la Selva che gli impedisce di abbassarsi subito per non fare cozzi. Insegue con buona determinazione gli altri e appunto non perde e guadagna nulla. Posiamo dire Palio senza infamia e senza lode.

7)TORRE: Capelli capitano. Jonatan Bartoletti (Scompiglio) su Violenta da Clodia. Capelli monta  Bartoletti confermando il rapporto antecedente e sistema il tutto. Violenta da Clodia conferma quello che scrivo e non è bastato il lavoro di Bartoletti a Luglio. La cavalla però ha i numeri per diventare una grande se… Chiaramente Porto Alabe e Remorex  gli erano d’avanti come aspettative e visto il Palio lo stesso Tottugoddu è stato un clientaccio assieme all’ottima Schietta. Bartoletti non perde mai la tramontana al canape nei 45 minuti di mossa, gli tarda solo un’attimo la cavalla a partire che poi forzata gli va grande al primo San Martino, al Casato va via di dietro fine Palio. Che gli vuoi dire se non positivo per il comportamento al canape e fino dov’è arrivato e poi nemmeno cade?

8)ISTRICE: Franchi capitano. Andrea Coghe (Tempesta) su Oppio. Franchi dopo il giusto rifiuto oserei dire dei Big va su quel fantino che lo avrebbe montato volentieri Oppio rinunciando a montare il suo cavallo nell’Aquila. Oppio era un cavallo di qualità ma ora era un dubbio ed è ancora rimasto tale. Coghe secondo me ha fatto un’errore di valutazione e sarebbe dovuto rimanere  a montare il suo cavallo considerando che credo ne avrebbe avuto la possibilità. Oppio gli rifiuta la partenza dopo che aveva dovuto cambiare posto per la confusione che c’era, il primo posto era il suo, poi rimane dietro e li sta. Palio Impalpabile e ancor più male per l’errata valutazione.

9)OCA: Bernardini capitano. Antonio Siri (Amsicora) su Unidos debuttante. Bernardini va sul fantino che a Luglio ha fatto il Palio contro la Torre e fa fare al suo fantino un Palio che potrebbe avere delle conseguenze negative importanti per la contrada. Unidos era un debuttante ed è cavallino svelto e preciso anche se almeno per ora di seconda fascia. Siri è stato invitato a fare un Palio anti Torre e fa tutto quello che può nelle regole e non per impedire la possibile partenza dell’avversaria Torre. Da quello che gli è stato chiesto Palio sufficiente, senza considerare la corsa che non c’è stata.

10)DRAGO: Miraldi capitano. Fedrico Arri (Ares) su Tornada debuttante. Capitan Miraldi con un cavallo debuttante fa montare ancora Arri che ha in casa. Tornada è buona al canape, veloce e precisa, sembra una Piazzaiola anche se come dico io è un’onesta lavoratrice e nonostante lo scivolone. Arri questa volta non fa il buon Palio di Luglio pur con lo scivolone della cavalla a san Martino, palio incolore questa volta.

Alla prossima Brontolo

cita 1

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

 


Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento