PALIO BUTI 2020

PALIO BUTI, VINCE LA NONNA ASCENSIONE DOPO 15 ANNI CON DUE GRANDI: FENU E UMATILLA, FOTO E FILMATI

20 GENNAIO 2020

Ancora una volta bravo al Seggio, ai Ragazzi del Seggio, al presidente Franco Stefani e a tutti i volontari che si sono aggiunti per preparare l’impegnativo Palio di Buti, senza dimenticare  i Vigili Urbani comandati da Andrea Trovarelli, i Carabinieri comandati dal bravo, sotto il profilo professionale e simpatico Logo Tenente Luigi Todini. Il Sindaco Alessio Lari sempre presente in tutti i sensi negli anni passati quest’anno ha vissuto il Palio con grande tristezza e non l’ha potuto gestire sotto il profilo del suo ruolo istituzionale a causa del grave lutto che l’ha colpito proprio in quei giorni, le sentite Condoglianze da tutto lo Staff di Brontolo Signor Sindaco.
Torniamo a Parlare del Palio che ha visto nel Mossiere Daniele Masala il protagonista in positivo e in negativo delle mosse e del Palio. Sostanzialmente mosse discrete, nella seconda fa una cosa molto intelligente facendo uscire i cavalli vedendone uno in  difficoltà, ma di li a poco la combina grossa sempre nella seconda batteria quando passati i 20 minuti di mossa la stessa può essere per regolamento coatta e lui si è tenuto alla regola ma danneggiando in modo plateale la contrada San Nicola che era rigirata al contrario e la lascia colpevolmente li quando prima l’aveva annullata perché San Michele non era completamente entrato e proprio San Nicolao era partito in testa, la mossa dopo il fattaccio che ha fatto giustamente arrabbiare e non poco tutta la contrada San Nicolao con Capitan Leporini in testa. A parte questo fatto così determinante in negativo per San Nicola abbiamo visto un bel Palio con tanta, tanta gente a vedere, contradaioli e dirigenze da tutti i palii c’erano da nord a sud senza contare quelle Senesi onnipresenti. Buti pagherebbe averne uno al mese di palii le sue attività commerciali erano invase da un mare di persone e questo simpatico Palio fa vivere di passione e economia questo bel  paesino ai piedi dei monti. Ancora una volta mentre gli altri festeggiano i ragazzi encomiabili del seggio e i volontari sono li a smontare steccati e togliere la terra perché già stamani prima dell’alba sia tutto fruibile in quanto dove si corre il Palio è la strada principale, che passione ragazzi complimenti a voi tutti e all’anno prossimo a Dio piacendo. Sotto tutto il palio letto da Brontolo e con i suoi “giudizi”
Alla  prossima Brontolo
palio

3°batteria

2°batteria

1°batteria

PALIO in ordine d’arrivo
Ascensione Simone Fenu e Umatilla–San Rocco Silvano Mulas e Ribelle da Clodia–San Francesco Cristiano Di Stasio e Vankook
1° Batteria in ordine d’arrivo 
Ascensione Simone Fenu e Umatilla–San Rocco Silvano Mulas e Ribelle da Clodia–La Croce Alessandro Fiori e Tiepolo-
2° Batteria in ordine d’arrivo 
San Francesco Cristiano Di Stasio e Vankook–San Michele Angelo Cccinella e Brigantes–San Nicolao Virginio Zedde e Vanadio da Clodia–
3°Batteria in ordine d’arrivo
San Rocco Silvano Mulas e Ribelle da Clodia–Pievania Gavino Sanna e Violenta da Clodia (il signore)–San Michele Angelo Cccinella e Brigantes

Senza se e senza ma abbiamo visto un bel Palio 2020 a Buti dedicato a Sant’Antonio Abate probabilmente il Santo più amato da noi che seguiamo corse, Palii e amiamo gli animali.
1°DIECI E TRIPLA LODE ai vincitori, a partire dalla contrada Ascensione che si è fidata fino in fondo del suo gruppo palio con intesta il suo  Capo Contrada Jacopo Mannucci che ha insistito con Umatilla che ha scelto, dopo due tentativi, è il caso di dire, il fantino giusto per questa forte cavalla; Simone Fenu che l’ha montata in maniera impeccabile sia in batteria che in finale aiutato anche dal suo peso piuma, peso leggero che fino a ieri Umatilla non aveva portato a Buti. Mannucci ha insistito quindi con Umatilla e alla fine ha avuto ragione. Nel dopo Palio piangendo di commozione mi rispondeva: ringrazio l’Atzeni per la sua professionalità e per com’era la cavalla e Fenu per il Palio che ha fatto dedicando il Palio alla sua famiglia e alla contrada.
Simone Fenu
al terzo palio vince a Buti non sbagliando nulla anche quando Umatilla gli ha stentato nei primi metri della batteria a causa dell’insidioso terreno che alla fine poi gli è risultato favorevole. Fenu l’ha lasciata aggiustare e poi l’ha portata ad accelerare superando La Croce con Fiori e Tiepolo che erano in testa e respingendo nel finale l’attacco non pesante di San Rocco. A chi lo dedichi il Palio Simone gli domando. A tutti quelli che mi vogliono bene e mi sono stati vicino, per prima alla mia Mamma. Sorridendo aggiunge: Dai anche a quelli che non me lo vogliono bene… Di Umatilla che mi dici? Ha fatto tutto lei,  fantastica e grazie a Giovanni (Atzeni) per avermela data e per come era preparata.
Umatilla che alla fin della fiera ha fatto vedere che cavalla è per questo percorso e non solo smettendo tutti quelli che la volevano fortemente calante nella finale dove di fatto è andato forse più forte che in batteria.
Lo stesso voto va a Giovanni Atzeni, il Tittia che l’ha portata al top a Buti, aveva due mele Umatilla veramente invidiabili.
Chiamo il Tittia (Giovanni Atzeni) e gli domando: Giovanni allora questa volta è andata bene ha vinto davvero un bel Palio!
Alla grande Camillo, alla grande, la cavalla è andata veramente forte e Simone (Fenu) l’ha montata benissimo. Grande soddisfazione per me e Pippo (Geraci) ce la siamo fatta in casa lei, sicché ancora più soddisfazione Camillo.
Ho visto una cavalla veramente in forma, bellissima sotto tutti i punti di vista!

Si Camillo stava benissimo, l’ha fatto vedere, e ha fatto il massimo. Camillo però fammi ringraziare anche i mie ragazzi che mi hanno aiutata a prepararla, Stefano (Piras) e Miscel (Putzu) il merito è anche di loro, lavoriamo tanto e queste sono soddisfazioni che ci prendiamo assieme.
IL Capo Cotrada di Ascensione Mannucci ti ha ringraziato e elogiato per la tua professionalità e per come hai portato la cavalla e questo lo ha fatto anche Fenu.

Io ringrazio lui Camillo per la fiducia verso di me e insistendo ancora con Umatilla, bella persona Mannucci e i suoi collaboratori senza parlare della contrada, fantastica. Simone lo ringrazio io per la serietà che mi ha dimostrato e per come ha montato la cavalla.
Grazie Giovanni complimenti ai vincitori dallo Staff di Brontolo.

C’è poco da dire se non un Palio positivo per contrada San Rocco che ha presentato un’accoppiata, ritenuti da tanti forte e forse anche la favorita. Il Capo Contrada Eddy Leone con il suo gruppo Palio ha presentato al laccio di partenza un “Troiaio” di fantino come l’ho definito scherzosamente io, Silvano Mulas e il mezzosangue più forte che oggi c’è in giro, Ribelle da Clodia e anche quest’anno facendo seriamente paura sulla carta anche se nella finale contro Umatilla e Fenu non c’è stata storia. A Eddy Leone domando un commento sul cavallo e Mulas e mi dice:
Mulas è un fantino straordinario e lo ha dimostrato anche oggi, spero ci siano i presupposti anche per un altr’anno. A Ribelle credo sia tornato poco il terreno, le tre corse e la vicinanza tra loro ma è un gran cavallo.
Il giudizio positivo naturalmente riguarda anche Silvano Mulas che ha fatto vedere, ce ne fosse ancora bisogno, che fantino sia lasciando scorrere per tutta la strada, sempre in modo lineare Ribelle mantenendogli sempre l’azione e in batteria piazza una progressione finale che brucia sul palo un’incolpevole Gavino Sanna con Violenta. Nel Palio prova la stessa cosa ma, come scritto sopra nulla da fare con l’accoppiata vincente. Allora Silvano com’è andata? Ribelle è un cavallo con una grossa mole adattarsi a Buti ci ha messo un po’, nel recupero poi è andato forte ma nella finale ha pagato probabilmente i tempi ristretti tra batteria di recupero e Palio.
Positivo anche Ribelle da Clodia, mi ci scappa da ridere a dire positivo a questo fantastico cavallo che però ha dovuto fare i conti con la strada di Buti che ha una distanza molto e credo troppo breve (circa 660 metri) per lui che notoriamente corre alla distanza; è quindi solo la grande qualità di questo cavallo che lo porta a lottare in batteria e nel Palio.
3° San Francesco il giudizio è positivo se vai in finale. Il Capo Contrada Leonardo Cavallini assieme al suo Gruppo Palio puntano ancora sull’esperto Di Stasio e su un cavallo di qualità, giovane e debuttante a Buti.  Crea così un’accoppiata gioventù, esperienza credo un giusto mix anche se non ha dato il risultato sperato la vittoria finale.
Cristiano Di Stasio benino, sveglio in batteria e la vince in solitudine, in finale perde forse un attimo nella partenza anche se credo il risultato non sarebbe cambiato, prova a portare su un buon Vankook che però rimane terzo anche se non lontanissimo.
Vankook andrà rivisto la qualità ce l’ha e come ha dimostrato Umatilla l’esperienza conta.

4-La Croce, non vai in finale non bene, possiamo dire così, il gruppo Palio con il nuovo Capo Contrada Renzo Idriani riconfermano la scuderia Fioravanti e puntano ancora su Tiepolo e riprendono l’ultimo fantino con cui La Croce ha vinto il Palio, Alessandro Fiori.
Alessandro Fiori invece possiamo dire bene, non tradisce la fiducia, parte in testa nella batteria ma il cavallo nel finale gli si pianta e si vede passare da Ascensione e San Rocco.
Tiepolo non bene, come scritto nel finale rallenta vistosamente e perde la finale come anno scorso, superato dagli altri due avversari.
Domando al suo allenatore Fabio Fioravanti com’è che il cavallo s’è piantato quasi in cima alla strada, cosa fosse successo e lui mi da questa giustificazione:
E’ Camillo ti ricordi Bomario da Clodia quando vinse a San Rocco? Fece uguale con quel terreno che non gli piaceva, in batteria rischio di uscire e arrivò secondo, poi gli prese il verso e andò poi forte sia nel recupero che per il palio vincendo. Tiepolo ha trovato parecchio più morbido su e s’è piantato, pensa che dopo era come se non avesse corso.

5-San Michele negativo visto il risultato anche se credo che il gruppo Palio e il Capo Contrada Marco Guerrazzi avessero fatto una scelta oculata con la monta esperta di Angelo Cuccinella e un cavallo veloce ed esperto di strada come Brigantes che tra l’altro ho visto in ottima forma, tirato e tutto pomellato.
Angelo Cuccinella dico la verità mi ha un po’ deluso, mi aspettavo di più da uno esperto come lui, va in finale arrivando secondo per mancanza di avversari e nel recupero non fa corsa, si fa chiudere in partenza da Pievania perde contatto in pratica subito e va fuori recuperare Violenta e Ribelle è cosa dura.
Brigantes non giudicabile secondo me credo possa fare di più di quel che s’è visto, può essere che anche a lui il terreno abbia fatto danno.

6-San Nicolao, che sfiga…. il Gruppo Palio con in testa il Capo Contrada Alessandro Leporini puntano sul rientro di Virginio Zedde messosi bene in mostra in provincia e proprio in strada e sul forte e bellissimo Vanadio da Clodia ritenendo di avere le carte in regola per puntare alla vittoria e sulla carta non fa una grinza anche se chi scrive, come per l’avversario San Rocco ritiene che sono due cavalli potenti ma troppo lenti per 660 metri del percorso. Ma questo mio pensiero poco conta visto gli eventi della batteria dove il Mossiere Masala lascia San Nicolao chiaramente rigirato al contrario verso i rotoli di paglia per lo scontento giustificato di tutta la contrada. IL Capo Contrada Alessandro Leporini amareggiato e giustamente arrabbiatissimo mi dice: Camillo, ingiustificabile con tutti i sacrifici fatti non correre e non certo per colpa nostra e così non sapere se avevamo fatto bene o male le nostre scelte. Sono deluso e arrabbiato come tutta la contrada.
Virginio Zedde ingiudicabile, in pratica non ha corso.
Vanadio da Clodia stesso discorso è ingiudicabile.

7-Pievania senza infamia e senza lode il Gruppo Palio con il Capo Contrada Francesco Del Ry confermano ancora Violenta da Clodia e prende a montare “togliendolo” a San Rocco, il vincitore degli ultimi due Palii Gavino Sanna, in sostanza ottima cosa anche se il risultato è mancato. Alla mia domanda sul palio: Del Ry si dichiara soddisfatto sia di Gavino Sanna che di Violenta non risparmiando elogi a lei e al Milani.
Ma allora con Gavino anche l’anno prossimo ?
Gavino è uno di famiglia ed è tornato in famiglia ormai.
Gavino Sanna bene e male
allo stesso tempo, perde di un no nulla sul palo d’arrivo da San Rocco, il bene nell’ottima partenza in testa e il male sta’ nel discorso che ha forse traccheggiato troppo invece che scappar via per evitare il ritorno certo del forte Ribelle? Questa è la domanda che da la “valutazione” comunque di un ragazzo che è stato capace di vincere due gran palii di fila 2018-2019 con cavalli diversi.
A Gavino domando com’è andata e lui mi risponde: dai tutto sommato bene la cavalla è andata bene e mi ha battuto un certo Ribelle in fondo. Ringrazio la contrada e la scuderia Milani che mi ha dato una cavalla in  ottima forma.  
Come ti sei trovato in Pievania?
Benissimo dai ho trovato un’altra famiglia
Violenta da Clodia discreta, a causa del terreno, o perché non è risultato positivo il fatto di essere il Signore è parsa meno “forte” dell’anno scorso, anno dove fece delle batterie strepitose come il Palio. Fatto è che è rimasta sul passo sotto l’attacco di Ribelle che invece cambia proprio marcia e la pizzica sul palo d’arrivo. Comunque è cavalla che sicuramente merita fiducia per la qualità che ha e che sarà sicuramente protagonista anche l’anno prossimo.

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Aggiungi commento

Clicca qui per postare un commento

SPONSOR

SPONSOR

CATEGORIE

SPONSOR

A Cura di Pier Camillo Pinelli detto SPILLO

La TV di Brontolo