<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTubeYoutube_icon_logo

CCCCCCCC

<br>
PALIO (SI) RITORNO AL PASSATO

PALIO SIENA, RITORNO AL PASSATO, IL FANTINO CAPPELLARO

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

03 gennaio 2020  non ci sono sue foto

Ancora nel 1700 e vediamo chi era Giovan Battista Pistoi detto il Cappellaro; tutto, tutto visto i tempi non c’è su di lui ma altro fantino interessante. Dati sempre di Wikipedia e il Palio org

Alla prossima Brontolo

Giovan Battista Pistoi (o Pistoj) detto Cappellaro (San Quirico d’Orcia14 ottobre 1672 – Siena20 agosto 1732) è stato un fantino italiano attivo nel XVIII secolo.

La documentazione relativa alla carriera di Cappellaro non è completa; è comunque attestato che abbia preso parte ad almeno sedici edizioni del Palio, vincendo dieci volte.

Secondo il Bandini e il Gagliardi avrebbe vinto anche il Palio di luglio del 1711 nel Bruco. Per molto tempo si è ritenuto che Cappellaro avesse vinto anche nel 1732 e 1733. In realtà si tratta del figlio Giuseppe detto Figlio di Cappellaro, il quale nacque nel 1710.

Il suo mestiere era quello di vetturino.

PISTOJ GIOVAN BATTISTA
(Cappellaro)

Nato a S.Quirico d’Orcia il 14 ottobre 1672 (vedi)
Primo matrimonio a Buonconvento con Anna Maria Regoli (vedi)
Secondo matrimonio a Siena (S.Maurizio) con Caterina Moscadelli (vedi anche la dote)
Morto a Siena il 20 agosto 1732 (vedi)
Padre di Figlio di Cappellaro (Giuseppe Pistoj).

 


 

Non essendoci pervenuta una completa documentazione, non sappiamo quanti Palii abbia effettivamente disputato. Sappiamo comunque che vinse, le contrade in evidenza sono quelle dove ha vinto:

 

Palio Contrada Cavallo Note
2 luglio 1703 Giraffa Postarino
2 luglio 1705 Valdimontone Balzanello
2 luglio 1707 Selva Bufalino
16 agosto 1707 Oca Bufalino
2 luglio 1710 Oca Baietto
2 luglio 1711 Torre Grigio dell’osteria dell’Angelo
16 agosto 1711 Onda Montalcino
2 luglio 1712 Tartuca ?
16 agosto 1713 Onda Barbarino
2 luglio 1715 Selva Baio del fornaio dei Galli
16 agosto 1715 Giraffa Il Bolzo
2 luglio 1716 Onda Stornellino
2 luglio 1718 Oca Balzanello
2 luglio 1721 Istrice ?
2 luglio 1722 Chiocciola Moschino

Secondo il Bandini avrebbe vinto anche il Palio di agosto del 1731 nella Giraffa.

Merita di essere ricordato anche per la vittoria del Palio di agosto del 1713, assegnato a due contrade: Onda e Tartuca, dove correva Ruglia.

 

                

Negli Incarti Matrimoniali n. 6052 del 10 giugno 1701 dell’Archivio Arcivescovile di Siena,
compare come teste G.Battista Pistoi della Cura di S.Quirico d’Orcia, diocesi di Pienza.

Atto di battesimo di una sua figlia:
Maria Maddalena, figlia di G.Battista Pistoj e di Caterina Moscadelli,
nata a Siena l’11 aprile 1703 nel territorio di S.Cristoforo.

Questo battesimo ci informa che Caterina Moscadelli fu la seconda moglie di Cappellaro e che nel 1703 i Pistoi abitavano nel territorio della parrocchia di S.Cristoforo; dall’anno successivo fino almeno al 1707 li troviamo in S.Donato e nel 1710 in S.Antonio in Fontebranda.

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

 


Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento