Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTube Youtube_icon_logo

CCCCCCCC

<br>
PALIO LEGNANO 2020

PALIO LEGNANO, INTERVISTA AL NUOVO CAPITANO DI SAN ERASMO MATTEO GAREGNANI

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

11 NOVEMBRE 2019

Contrada unita mi specifica il nuovo capitano di San Erasmo Garegnani ed ecco la foto che ha voluto mettessi, lui assieme al Gran Priore Marco, ad Andrea e alla Castellana Michela.
Quante e quante volte l’ho visto nelle corse di provincia questo nuovo capitano che quindi non arriva certo sprovveduto, avendo anche già ricoperto questo ruolo. Dopo eletto si è fiondato su Andrea Mari concludendo il rapporto di San Erasmo con il bravo Dino Pes. Leggiamo che ci dice in questa breve intervista.

1-Ci dice per prima cosa chi è Matteo Garegnani e la sua storia di contradaiolo?
Sono da sempre un contradaiolo che oggi si ritrova a ricoprire, per la quarta volta la carica di capitano della contrada più vittoriosa a Legnano, Sant’Erasmo. Negli anni ho ricoperto vari ruoli: sono conciliere da circa 30 anni  e sono stato addetto corse per oltre 20 anni. Ho indossato il mantello da capitano negli anni dal 2006 al 2008 e, di nuovo, quest’anno.

2-Che ne pensa del cambio al vertice del Collegio dei Capitani nella persona del Gran Maestro?
Il collegio sentiva il bisogno di un cambiamento e il nuovo Gran Maestro Pippo La Rocca e il suo vice Andrea Monaci, nostro contradaiolo, hanno incontrato da subito i favori dell’associazione portando semplicemente serietà e soprattutto trasparenza. La nostra contrada, come in tutte queste occasioni, si è unita ed ha appoggiato la candidatura di La Rocca e Monaci.

3-La scelta di lasciare Dino Pes a che è dovuta se si può dire?
Con Dino il rapporto è stato ed è ottimo. Abbiamo condiviso due anni splendidi apprezzando le sue qualità umane e le sue doti come fantino. Purtroppo, o per fortuna, nel palio contano i risultati e in questi due anni questi risultati non sono arrivati. La contrada dopo la sconfitta dell’anno scorso aveva bisogno di un cambiamento e da lì la decisione di prendere altre strade salvaguardando il rapporto che rimane comunque immutato, sia con Dino sia con la sua splendida famiglia.

4-La rivale, quanto conta in particolare per lei questa rivalità?
La rivalità con San Domenico conta ed è molto sentita in contrada per quanto riguarda la corsa. Sant’Erasmo è una contrada abituata a far palio con la rivale. Nel passato non troppo lontano avevamo addirittura due rivali ed una in particolare non ha avuto vita facile negli anni in cui ci trovava rivali tra i canapi.

5-Dopo il divorzio dal Pes la scelta è caduta su Andrea Mari, quale è stata la cosa, a parte il fatto che stiamo parlando di un Big, che l’ha conquistata e convinto a prendere Mari?
Andrea ha esordito a Legnano nel 2001 con la giubba di Sant’Erasmo correndo per noi una provaccia. Le grandi motivazioni di Andrea sono alla base della mia scelta: Andrea ha voluto fortemente venire a Sant’Erasmo pur sapendo che lo aspetta un palio difficile, una contrada con grandi aspettative e che è da sempre abituata a ben figurare. Ritengo però che oggi qualsiasi fantino sarebbe più che felice di indossare il giubbetto biancazzurro: siamo una contrada numerosa, con una dirigenza coesa e forte, con un maniero che ci permette di organizzare occasioni di incontro fantastiche e che, da sempre, vanta anche una solidità economica eccezionale.

6-Lei crede che prima o poi anche Legnano dovrà passare ai cavalli mezzosangue per un fatto contingente oppure no?
Da quando si è iniziato a valutare questo importante cambiamento a Legnano, Sant’Erasmo si è schierata per il passaggio ai cavalli mezzo sangue. La salvaguardia degli animali per noi è al primo posto ma le motivazioni per cambiare sono molte, diverse e complesse. Speriamo vivamente che le contrade tutte possano trovare un accordo ed effettuare presto questo cambiamento importante.

Infine mi hai chiesto la mia foto.
Ti mando la foto della nostra reggenza con la mia Castellana Michela, il mio Gran Priore Marco e il nostro fantino Andrea  Siamo una contrada molto unita e ho la fortuna di avere degli splendidi compagni di viaggio che mi accompagneranno anche nella corsa e quindi mi fa piacere averli con me anche in questa intervista.

Grazie Brontolo 
Matteo Garegnani

Grazie mille a lei della disponibilità Capitano, Brontolo e il suo Staff fa un grande in bocca al lupo a lei a Mari e a tutta la contrada San Erasmo per il Palio a venire.

Brontolo 


 

 

 

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

 


Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento