Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTube Youtube_icon_logo

CCCCCCCC

<br>
zc PALIO FERMO 2018

PALIO DI FERMO FACCIAMO IL RIASSUNTO, DI RACICCHINI

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

27 AGOSTO 2018

Vediamo cosa era successo nel particolare al Palio dio Fermo, ce lo racconta Federico Racicchini. Complimenti a Salvatore Blanco per la vittoria dallo Staff di Brontolo

Calliope, la storia della riserva che vince il palio è il titolo perfetto per raccontare il Ferragosto Fermano.

Ma veniamo ai fatti salienti: il giorno 12 durante le visite per l’ammissione alla corsa veniva ritenuto non ideo il cavallo Vidoc e così veniva sostituito dalla riserva Calliope Da Clodia.

Durante la tratta dei Barberi la sorte ha voluto così:
Scontrosa Da Clodia (Angelo Citti) – Castello
Michelle (Peppino Morreale) – Molini Girola
Dioniso Da Clodia(Valter Pusceddu “Bighino”) – Campolege
Pasteur (Angelo Cuccinella “U’Salarieddu”) – San Bartolomeo
Briccona Da Clodia (Cristiano Di Stasio) – Torre Di Palme
Romanzo Per Anna (Virginio Zedde “Lo Zedde”)- Pila
Red Riu (Adrian Topalli “Vulcano”) – Capodarco
Sergigno (Simone Fenu – San MartinoBrigantes (Andrea Collabolletta) – Campiglione

La riserva Calliope Da Clodia (Salvatore Blanco) veniva pescata da Fiorenza.

Prima batteria nel segno delle polemiche, con valida una partenza più che discutibile con il mossiere che prima urla “No…no” poi quattro su cinque accettano la partenza e di fatto Campiglione con Brigantes e Andrea Collabolletta rimangono al palo e il loro palio finisce lì. Corsa piuttosto lineare con Calliope Da Clodia e Salvatore Blanco che dopo 150 metri si issavano al comando su Briccona Da Clodia e Cristiano Di Stasio, mentre dopo aver lasciato tante lunghezze al via cercavano di rifarsi sotto Scontrosa Da Clodia e Angelo Citti, più indietro Michelle e Peppino Morreale che di fatto non sono mai entrati in corsa. Curva senza scossoni con Calliope che filava via liscia e portava Fiorenza in finale, seconda rimaneva Briccona Da Clodia per Torre di Palme, al ripescaggio Castello con una sfortunata Scontrosa Da Clodia.

quattordicesima

Mossa regolare nella seconda batteria con Dioniso Da Clodia per Campolege che prendeva in breve la testa su Pasteur per San Bartolomeo, mentre dietro i primi sgomitava Red Riu per i colori di Capodarco su Romanzo Per Anna per Pila, più indietro all’estrema attesa Sergigno per San Martino. Curvone decisivo, sgomitate e contatti a non finire e, ad uscire meglio di tutti dalla curva è stato Romanzo Per Anna ma in fondo rimaneva sul passo e su tutti tornava cattivo Dioniso da Clodia che al largo riprendeva la giusta azione e in fondo faceva valere la miglior caratura tecnica e vinceva la batteria. Per il secondo veniva buono Sergigno per San Martino che di spunto veniva a raccogliere i pezzi degli altri. Terzo al ripescaggio finiva Red Riu con un malconcio Adrian Topalli che finiva la sua fatica a trozzi e bocconi e per di più perdendo pure il casco.

Finale a 5 (con Red Riu ripescato) con una mossa regolare che vedeva in testa Briccona Da Clodia superata in 100 metri dall’incedere di Calliope Da Clodia, in tasca ai primi Dioniso Da Clodia e gli altri due più indietro già richiesti dopo la partenza. Sgranate le posizioni fino al curvone dal quale usciva pulita Calliope su Briccona che guadagnava metri e Dioniso che curvava in qualche maniera ma la camminata non era quella della batteria. Ultimo tratto tutto per Calliope Da Clodia e Salvatore Blanco che in spinta chiudevano facili vincitori e portavano il Palio a Fiorenza per la gioa del Priore Lorenzo Giacobbi e quella di “Birillo” al secolo Fabrizio Nasini che ha voluto fortemente questo palio. Per la cronaca secondo finiva Briccona Da Clodia (Torre Di Palme) su Dioniso Da Clodia (Campolege), quarto Red Riu (Capodarco) e, a chiudere la finale, Sergigno (San Martino).

Federico Racicchini

cita 1

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

 


Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento