Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTube Youtube_icon_logo

CCCCCCCC

<br>
CORSE FAELLA 2019

A FARNETA S’ICOMINCIA CON LE ISCRIZIONI APERTE PER IL 20 OTTOBRE

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

26 SETTEMBRE 2019

Domenica 20 Ottobre nel pomeriggio ci saranno le corse a Farneta, 161 anni che si questa corsa in strada ed il percorso è sempre lo stesso. Quante guerre negli anni ho visto e fatto in questa strada che a seconda del periodo era l’ultima o la penultima dell’anno con l’Impruneta che pur troppo hanno smesso di fare e anche l’Impruneta era su strada. Ci hanno corso tutti a Farneta da Vittorino a Beppe Gentili, pasando per Mezzetto e Lazzaro, da Canapino ed Aceto, a Bazza e Bazzino, a Bubbolino, al Giuggia, e ancora il Ducci e via dicendo, fino ad arrivare ai vari fantini del Romano o delle Marche; allora c’era proprio il gran premio marche fatto su strada, come nel romano dove in pratica si correva tutte le domeniche fra strada e piste di provincia, venivano a finire la stagione e a saldare magari conti in sospeso, e dopo le corse giù botte, ma poi finiva li fino alla volta dopo, altro mondo era, oggi inattuabile. Ne ha viste e ne ho fatte a Faella di guerre come nelle altre corse dove si correva per mangiare, si dormiva nelle stalle, si viaggiava dentro il cassone assieme ai cavalli, mangiavi il panino, e poi ti spostavi al paese dopo dove correre, facevi dei box fittizi nella stalla di qualche contadino e molto spesso proprio dentro il paese.

Cominciavi con la corsa il giorno di Pasqua ad Acquaviva, il Lunedi di Pasqua a Abbadia di Montepulciano, poi fermi e si ripartiva con Montalcino alla fine di Aprile e tornavi a casa ad Agosto, ripartivi a Settembre e tornavi a casa appunto o dopo Faella o l’Impruneta a seconda della data in cui capitava la Domenica dell’Impruneta, a Faella no, correvano sempre il 17 fosse stato Domenica, Martedì o qualunque altro giorno della settimana ecco perché una volta era ultima una e l’anno dopo era l’altra. Che bel mondo era però pieno di solidarietà, amicizia, rapporto umano. Tutti a correre dietro a quelle 100milalire di premio che servivano appunto per mangiare. Ogni tanto mi fa piacere ricordare queste cose. Faella oggi è in pratica una pista, ma allora era la peggior strada dove correre con le sue curve e il sali e scendi. Quest’anno hanno deciso di correre di Domenica per favorire il pubblico a venire a vedere questa classica, la possiamo definire così, e per l’anno prossimo vedremo di organizzare una cosa particolare che poi strada facendo vi dirò man mano che riusciremo a metterla in atto. Alle prossime informazioni quindi.

Brontolo

TEL. 331 447 8962 FILIPPO


blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

 


Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento