NEWS IPPICA 2022

L’IPPICA: UN DISASTRO, CI VUOLE UNA SOLUZIONE, UN MOVIMENTO POLITICO

18 Gennaio 2022
L’IPPICA: UN DISATRO, CI VUOLE UNA SOLUZIONE, UN MOVIMENTO POLITICO
Era un po che non riaffrontavo questo discorso ma più pubblico le cose sull’ippica e più mi rendo conto che bisognerà trovare una soluzione in comune accordo, Galoppo e Trotto con il resto del mondo del cavallo. Ci sono persone che provano a fare questo discorso ma fano come le palline da ping pong e vanno da una parte all’altra ed allora la credibilità va a farsi benedire perché sembra che cerchino più un discorso personale che non  cercare veramente di risolvere il problema dell’ippica e del mondo cavallo in generale.
Capisco che mettere tante teste d’accordo non è facile, ma ragazzi andrà fatto altrimenti tra non molto potremmo d’ire: ma ti ricordi che corse a Milano e a Roma? Ma ti ricordi che cavalli e quanti si allevavano? Già notizia di qualche giorno fa e che ho pubblicato oggi, l’allevamento italiano solo seicento nuovi nati, record negativo, tanto per gradire…
Altra notizia sciopero  a Roma nessuno del governo si è presentato, di Battistoni nemmeno l’ombra, era impegnato in Senato piccinino… e nessuno in rappresentanza dei manifestanti è stato invitato e ricevuto poi per sapere cosa si chiedeva, ritanto per gradire…
Allora che fare? Manifestazioni violente non portano a nulla solo a far casino e adirarsi, giustamente, l’opinione pubblica, anche se vero è che la fame cava il lupo dal bosco e, quella fame tanto lontana purtroppo non è: in Italia nel settore dell’ippica, si sono persi 25 mila posti di lavoro complessivi.
Voglio dire io sono un sempliciotto, non mi metto certo a fare leader, ma per la miseria persone che hanno, cultura, denari ed intelligenza per creare un qualcosa ci sono e a loro mi rivolgo a nome di questo mondo che è stato il mio lavoro ed oggi la mia passione, ma per favore pensiamo solo agli interessi dell’Ippica e non a quelli personali altrimenti non facciamo nulla, è il caso di cominciare a pensare come fare, io son qui per qualunque cosa posso fare, ma moviamoci che se il governo non cade ce la facciamo a esser pronti per il 2023, i voti, tanto sono solo quelli che contano e li avremmo tanti per far calare la bilancia da una parte o dall’altra.

PIER

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIARARE GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Aggiungi commento

Clicca qui per postare un commento

Brontolodicelasua partner di Radioidea TV

BRONTOLO NEWS

Categorie articoli

SPONSOR

SPONSOR