Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<br>Vai a tutti i filmati cliccando sotto su YouTube Youtube_icon_logo

FFFF--FFFF

CCCCCCCC

  • Correranno di diritto il Palio del 2 luglio 2020: p.s. clicca sulla contrada x saperne di più
  • Correranno di diritto il Palio del 16 agosto 2019:
<br>
PALIO BOMARZO

BOMARZO (VT): Intervista al Priore e Barbaresco del Rione Poggio

Scritto da parnetti
blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

blank_ad2

E’ a pieni giri la macchina organizzativa dell’edizione 2019 del Palio di Sant’Anselmo di Bomarzo, che si correrà il prossimo 25 aprile, ed oltre al capillare lavoro organizzativo della pro loco, guidata dall’infaticabile Presidente Marianna Bianchi, anche nei cinque Rioni la febbre da Palio è oramai altissima.
Noi abbiamo sentito i massimi responsabili del Regale Rione Poggio, vincitori delle ultime due edizioni del Palio, il Priore Gian Luca Carosi ed il Barbaresco Alessandro Nevi.

bomarzo Image-5 (4)
La prima grossa novità di questa edizione, chiediamo al Priore, è ovviamente il cambio di mossiere
Si questa è stata un scelta quasi naturale visto i tanti anni in cui Gennaro Milone è stato mossiere da noi. Vorrei poi fare un grande augurio a Pier Camillo Pinelli per questo incarico anche se, ne sono certo, con l’esperienza che ha saprà gestire al meglio la mossa anche perché da ex fantino conosce le dinamiche che si sviluppano tra i canapi.
Il nostro, pur essendo un piccolo Palio, è particolarmente sentito in paese ed avere, oltre ai fantini, anche un mossiere conosciuto ed apprezzato in ambito nazionale non può che portare ulteriori lustro alla nostra manifestazione. Detto ciò noi del Rione Poggio siamo pronti a rispondere alle sue domande.
Come state vivendo questi giorni che precedono la grande sfida del 25 aprile?
“venendo da due anni di gloria assoluta non possiamo che vivere questo pre-palio in assoluta tranquillità poiché abbiamo dimostrato, con i fatti, di essere un rione forte e concreto.
In passato abbiamo avuto un periodo duro che, per 16 lunghissimi anni, ci ha riservato solo amarezze sia per errori nostri sia per la sfortuna non riuscendo a portare a casa nostra il cencio.
Poi due anni fa nel 2017 abbiamo sfatato questo mito: prima con Andrea Chessa e Parledi abbiamo condotto il classico “Palio perfetto” mentre lo scorso anno la sorte ci ha premiati, “perché la fortuna va cercata”, e all’assegnazione dell’accoppiata cavallo fantino quando ci è toccato in sorte San Vittore ed Adrian Topalli avevamo subito in mente un palio da protagonisti come poi è stato.
Oserei dire che è stato un palio da capogiro con, all’ultimo giro, San Vittore ed Adrian che hanno innestato quella marcia in più che ha permesso di vincere il bellissimo cencio della pittrice Sara Guerrini”
Al Barbaresco invece chiediamo un pronostico per il 2019
Ovviamente è difficile farti un pronostico ma una cosa che posso garantire e che noi abbiamo ancora tanta fame di vittoria e ci presenteremo agguerriti come non mai.
Poi il 23, dopo la tratta quando ci verrà assegnato cavallo e fantino, avrò meglio il quadro del palio da farsi, certamente però noi cercheremo di essere protagonisti perché il ruolo da comparsa preferiamo farlo fare agli altri”.

bomarzo Image-5 (2)
Siete in carica dal 2017 ma avete un “albo d’Oro” invidiabile: due palii due successi e con questo si può affermare che il cambio di dirigenza e stato più che positivo
Guarda il gruppo è sempre lo stesso, non è la singola persona che cambia il rione, e noi siamo sempre del pensiero che l’Unione fa la forza. Anzi è proprio questo senso di unione che ci rende forti perché quando si vince tutto è bello ma quando i tempi sono stati duri il gruppo è restato unito e compatto ed anzi ad ogni sconfitta ci siamo rialzati più forti che mai. Poi comunque sia certo è che “squadra che vince non si cambia”.

(Roberto Parnetti)

Autore

parnetti

Lascia un Commento