-------LE ULTIME NEWS----- QUI LE DIRETTE DELLE CORSE DA MONTICIANO ORE 15 DEL 19/04/2018 - per vedere le dirette meno recenti clicca sulle 3 linee nell'angolo alto a sinistra del riquadro Youtube
  <br> FILMATI REGISTRATI>
Nel prossimo Palio di luglio 2018 correranno d’obbligo: Chiocciola, Nicchio, Oca, Drago, Lupa, Istrice e Valdimontone

Nel prossimo Palio di agosto 2018 correranno d’obbligo: Leocorno, Pantera, Civetta, Drago, Tartuca, Nicchio e Giraffa

blank_ad2 blank_ad2 romana BANNER BRONTOLO ars neoN BANNER BRONTOLO ars neoN BANNER BRONTOLO
Senza categoria

IL MONDO EQUESTRE DEVE PENSARE CHE IL 4 MARZO CI SONO LE ELZIONI, MUOVIAMOCI!!!

TUTTIPALII
blank_ad2

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2



ars neoN BANNER BRONTOLO

30-Dicembre-2017

5P

Ci saranno le elezioni il 4 Marzo, ancora siamo al caro babbo con il consorzio, ma abbiamo lo steso l’opportunità di avere un peso sulle votazioni, ascoltando per capire bene chi è favorevole all’ippica in generale che va sempre peggio, ai palii in particolare, mi sembra chiaro che quelli che parlano con gli animalisti siano chiaramente contro tutto il mondo equestre. Noi paliofili ce ne dobbiamo fregare del nostro pensiero politico qualunque esso sia e se amiamo le nostre feste dobbiamo capire che certi, se andassero al governo non possono che creare problemi all’ippica e palii in generale, gli amici di giostre, quintane e tutte le manifestazioni storiche che hanno cavalli si troveranno sempre con una spada di Damocle sulla testa qualunque cosa succeda. Ricordiamoci chi va dietro a certe cose cavalcando l’onda e il malessere della gente non ha mai un vero credo e quindi farebbero male a prescindere poi su tutto il resto dell’economia Italiana, questo naturalmente è il pensiero di Brontolo. Quello di cui sono però sicuro è che se vanno al governo quelli appoggiati dagli animalisti per noi dell’ippica saranno guai. Ricordiamoci che il mondo delle corse regolari  ha un mare di gente che ci lavora e tutti sono a rischio di portare il pane a casa se chi andrà a governare sarà in qualche modo ricattato o ricattabile da quelli contrarie all’uso dei cavalli in corse o rievocazioni storiche che possono essere. In qualche qual modo noi bisogna far sentire che siamo tanti, anzi tantissimi e stufi di questa situazione; che vogliamo che le corse regolari continuino come i Palii, le Giostre, le Quintane e il resto di questo genere, senza dimenticare tutto quello che accade di bello e storico anche in Sardegna e da altre parti. Siamo costantemente bersagliati con continui paletti, prima gli steccati e ancora i terreni e poi i cavalli purosangue ed ogni volta ne tirano fuori una per creare difficoltà. Certi paesi che vanno stretti con i denari si trovano in serie difficoltà a portare avanti i loro palii o corse. Senza considerare che ogni volta che viene uno a controllare le piste o strade che siano ci vogliono 5 o seicento euro e non vengono una volta sola chiedendo di cambiare quello o quell’altro e il più delle volte chiedono cose che non stanno ne in cielo ne in terra non sapendo di cosa parlano. A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca….  Ora io non so bene cosa bisognerebbe fare ma la cosa importante credo sia quando andremo alle urne ricordarsi di chi si è schierato o fa occhiolino alla banda dei frustrati animalisti. Ricordiamo il forte numero di voti che possiamo avere e facciamoci sentire sui social noi tutti del mondo equestre, cosa vogliamo. Non chiediamo nulla di che, solo di lasciar lavorare la gente nell’ippica e il suo indotto e di incrementarla non finire di distruggerla.. Aiutare e non ostacolare i palii, feste di paesi e città d’Italia che creano tra l’altro economia per gli stessi in particolare e per l’Italia in generale, senza contare la tradizione e l’amore appassionato che abbiamo per i nostri palii e feste, dalla Sicilia ai confini del nord d’Italia considerando le belle feste Sarde, dalla Sartiglia al resto delle tradizonali feste che tanto appassiona i Sardi e i turisti che le vanno a vedere, purtroppo anche il Palio di Siena non lo vedo proprio al sicuro con certi elementi. Noi amiamo i cavalli, li curiamo, li lasciamo invecchiare da pensionati, poi gli incidenti succedono, ma sono incidenti come dice la parola stessa, incidenti come possono e accadono pur troppo anche alle persone. Questo è il momento di farci sentire, Brontolo da il la, spero da qui a Marzo di leggere tanti post che facciano presente questo e chi vorrà andare a governare sappia che dovrà fare i conti con i nostri voti, che ripeto sarebbero veramente tantissimi e probabilmente determinanti. Ricordatevi che stanno facendo la gara a cercare i voti degli animalisti, costringiamoli a cercare i nostri!!!. Noi facciamoci sentire e che in questi programmi che tanto decantano, si legga qualcosa a favore dell’ippica, dei palii, io dico questi per semplificare ma intendo tutto, Giostre, Quintane, rievocazioni storiche, tutte le feste Sarde e il resto del carlino. …. Spero che questa mia faccia riflettere voi prima di tutti, perché chiudere la stalla quando i buoi son scappati non servirebbe più, e occhio perché stiamo rischiando questo, ma credo che lo sappiate tutti meglio di me!! Facciamoci sentire e per il consorzio Brontolo è qui a disposizione e lo ripeterò sino alla noia può essere una soluzione dei nostri problemi. Un abbraccio amici buon anno a tutti e viva il mondo equestre con le sue Feste in tutte le sue vesti.  Brontolo

cita 1

Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento