--------------LE ULTIME NEWS----------

TV YOUTUBE

Nel prossimo Palio di luglio 2018 correranno d’obbligo: Chiocciola, Nicchio, Oca, Drago, Lupa, Istrice e Valdimontone

Nel prossimo Palio di agosto 2018 correranno d’obbligo: Leocorno, Pantera, Civetta, Drago, Tartuca, Nicchio e Giraffa

blank_ad2 romana BANNER BRONTOLO ars neoN BANNER BRONTOLO ars neoN BANNER BRONTOLO
NEWS 2018

GLI ANIMALISTI CONTRO LA SARTIGLIA, MA ANDATE A QUEL PAESE

sartiglia 2
blank_ad2

blank_ad2

Terzani Ceramiche

blank_ad2



ars neoN BANNER BRONTOLO

(foto condivisa da Mario Solinas)

13-Febbraio-2018

2P

Leggo nel finale di un articolo su l’UNIONE SARDA.IT ( ARTICOLO ) in riferimento ad un incidente e ripeto incidente, avvenuto ad un cavallo durante la Sartiglia, mi indigno e mi arrabbio:

p.s. spero di non aver compiuto copyright nel caso mi scuso e rimuovo

(…) La Fondazione Sa Sartiglia esprime grande dispiacere per l’accaduto. E intanto la Lav annuncia di presentare una denuncia alla Procura della Repubblica di Oristano contro i responsabili della morte del cavallo. L’associazione animalista chiede che vengano fatti tutti gli accertamenti a iniziare dall’autopsia. Chiedono inoltre l’intervento del Prefetto, dei Ministeri dell’Interno e della Salute, e l’istituzione di una Commissione Ministeriale che faccia piena luce sulla sorte di tutti i cavalli deceduti in questa manifestazione. 

di Valeria Pinna  

—————-

Io dico ma voi animalai del cappero ma perché non andate dove davvero maltrattano gli animali o ancor meglio non andate a vedere ed aiutare i Bambini che muoiono di fame? Chi scrive ha come riferimento una Scimmia, Io mia moglie e mia figlia viviamo con due gatti e due cani tra l’altro uno di circa 50kg in una piccola casa, questo perché li avevo in campagna con i cavalli e non avendo più la scuderia o li mandavo al canile o me li portavo a casa, cosa che ho fatto. Dico questo per far capire che chi scrive agli animali gli vuole bene ma bisogna sempre ricordarsi che sono animali con tutto il bene che gli si può volere altrimenti si cade nel patologico e li cadono gli animalisti che nella vita non hanno altro da fare che rompere i beneamati nel nome del nulla. Quando si parla d’incidente tale è e quindi imprevedibile, come è successo alla Sartiglia e che i patologici animalisti stanno facendo un caso e faranno anche spendere denari alla comunità con delle denunce che non hanno senso, che fanno inceppare i tribunali che hanno ben altre cose da fare che seguire la stupidità di certa gente. Anche dietro a questi avvenimenti vi ricordo di vedere e leggere bene chi si andrà a votare, noi che abbiamo a che fare con i cavalli in tutte le loro manifestazioni, questi o quelli vicino agli animalai vanno tenuti lontano dai palazzi governativi perché non solo fanno danni al mondo equestre ma se cavalcano le loro idee hanno poco da dire anche nel governo di un paese poiché privi di idee e ottusi come sono tutti gli animalisti LAV LIV… e quel che sono, già anche qui mi dovrebbero spiegare perché ce ne sono una marea di sigle animaliste, compresa quella di quell’altra frustrata politica e non solo della Brambilla che ha trovato negli animali il modo per rimettersi all’attenzione. Ditemi voi se chi va dietro a questi soggetti noi li possiamo mandare al governo. La storia della Sartiglia è la storia di un popolo, come il palio di Siena e gli altri palii e come tutte le manifestazioni rievocative che ci sono che, oltre tutto muovono economia e non è cosa da poco visto l’andazzo dell’Italia. Basta vedere la gente che c’è ora in Sardegna per la Sartiglia. Da Brontolo tutta la solidarietà alla Fondazione Sa Sartiglia al cavaliere del cavallo infortunato a cui non mancheranno mai l’appoggio di Brontolo Dice La Sua e credo dei suoi lettori.      Grazie Brontolo

al mio scritto aggiungo questo pensiero molto bello preso da Facebook di Nicola Pinna che fa capire cos’è La Sartiglia.

C’è una cosa che si impara facilmente quando si arriva a Oristano: l’unico a cui è concesso di passare alla storia, almeno quando si parla di Sartiglia, è Su Componidori. La corsa memorabile non sarà mai quella del sindaco, né quella del presidente del gremio. Nessuno si ricorderà a lungo della migliore discesa alla stella o della più spettacolare pariglia. Tutti, finché questa tradizione si ripeterà, si ricorderanno del nome di chi ha indossato il cilindro e reso onore nel migliore dei modi a “s’antiga costumanza”. Chiunque abbia provato a cambiare il corso della storia, tentando magari di sfilare il ruolo da protagonista a Su Componidori, ha fatto una figura grama. Al massimo è entrato a far parte del capitolo dei brutti ricordi.

La Sartiglia è cosa antica ed è cosa moderna. È moderna perché si è adattata e si è migliorata: ha accettato le tribune, poi le transenne, i muri di balle di fieno, i tanti turisti, la ribalta televisiva, ma anche i varchi all’ingresso, i controlli sui cavalli e persino il numero chiuso e i test sugli animali e sui cavalieri. Ma c’è una cosa che non tollererà mai: che si ostacoli Su Componidori.

Forse potrà far sorridere che qualcuno lo consideri ancora un semidio, ma il bello è che per due giorni all’anno una città intera gli renda onore, qualunque sia il cavaliere incaricato di indossare la maschera e lo scettro di viole. Che sia ricco o che sia povero, che sia uomo o che sia donna. È stato scelto e questo basta a tutti. Chi pensa di non rispettare quello che la gente di questa terra si tramanda da generazioni, forse ha solo in mente di non portare rispetto per la storia. Col rischio di finire tutt’al più nella pagina meno onorevole di un libro che ha già molte pagine e che ne scriverà almeno altrettante.

——

cita 1

blank_ad2

Autore

Pier Camillo Pinelli

EX FANTINO DEL PALIO DI SIENA E LA PENSO COSI': "PER FARSI DEI NEMICI NON E' NECESSARIO DICHIAR GUERRA BASTA DIRE QUEL CHE SI PENSA"
Martin Luther King. per mail: camillopinelli@gmail.com

Lascia un Commento

/* ]]> */